Jackie Chan

Nato a Honk Kong il 7 aprile 1954. Fin da piccolo pratica arti marziali, recitazione e danza. Nei primi anni ’70 comincia la carriera come stuntman. Nel 1976 viene incaricato di prendere il posto Bruce Lee ma il progetto fallisce e finalmente nel 1978 ha il suo primo vero ruolo da protaognista in Il serpente all’ombra dell’aquila e Drunken Master. Il successo ad Hollywood arriverà invece molto più tardi, negli anni ’90, con Terremoto nel Bronx e Rush Hour.

Il suo stile è un perfetto mix di comicità e azione. Tra le sue fonti di ispirazione i grandi del cinema muto come Buster Keaton, Harold Lloyd e Charlie Chaplin, ma anche, come da lui stesso dichiarato, Bud Spencer e Terence Hill.

Inutile sottolineare che ha sempre realizzato in prima persona tutte le scene d’azione rompendosi svariate ossa e rischiando più volte la vita (ama lanciarsi nel vuoto e sfondare vetri con la testa).

Considerando che Jackie ha alle spalle più di 100 film, fare una filmografia essenziale non è facile, quindi per lui ho fatto un eccezione e vi propongo una filmografia essenziale “estesa” a 20 film, in cui comunque ho evidenziaro i 10 più importanti.

  • Il Serpente all’ombra dell’Aquila di Yuen Woo Ping (1978)
  • Drunken Master di Yuen Woo Ping (1978)
  • I due cugini di Jackie Chan (1982)
  • Project A – Operazione Pirati di Jackie Chan (1983)
  • Il Mistero del Conte Lobos di Sammo Hung (1984)
  • Police Story di Jackie Chan (1985)
  • The Armour of God di Jackie Chan (1986)
  • Police Story 2 di Jackie Chan (1988)
  • Dragons Forever di Sammo Hung (1988)
  • Police Story 3 di Stanley Tong (1992)
  • Terremoto nel Bronx di Stanley Tong (1995)
  • Police Story 4 di Stanely Tong (1996)
  • Mr. Nice Guy di Sammo Hung (1997)
  • Rush Hour di Brett Ratner (1998)
  • Pallottole Cinesi di Tom Dey (2000)
  • Rush Hour 2 di Brett Ratner (2002)
  • Due cavalieri a Londra di David Dobkin (2003)
  • Rush Hour 3 di Brett Ratner (2007)
  • Il Regno Proibito di Rob Minkoff (2008)
  • The Foreigner di Mertin Campbell (2017)